T come Tonino, don Sergio Andreoli

T come Tonino

Qualcosa avevi capito di lui e della sua attività.

Ora sei meglio informato su don Tonino Bello.

La prima cosa, che ti ha sorpreso, la più evidente, è il suo modo di costruire un discorso, di modularlo, di proporlo.

Un vero poeta e scrittore, degno di occupare le pagine delle antologie di letteratura.

Bravissimo!

Capace di avvincere, conquistare.

Orientare senza esitazione verso il bene, anzi verso il meglio.

Verso l’impegno per le grandi cause dell’umanità.

Verso il dono di sé.

Verso la ricerca di soluzioni vere, non di palliativi.

Non delegando, ma operando in prima persona.

Con il rischio inevitabile di non essere capito.

Di essere mal interpretato.

Additato come “strano”.

Tutte possibilità, schiacciate dalla storia.

“Troppo presto, don Tonino, la malattia ti ha sottratto.

Non ha, però, spento la luce, che hai acceso e che continua a risplendere”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
28 ⁄ 2 =