Stasera sono in vena al teatro Subasio di Spello Stagione di teatro contemporaneo

 
Chiama o scrivi in redazione


Stasera sono in vena al teatro Subasio di Spello Stagione di teatro contemporaneo A cura di Fontemaggiore Ridere e commuoversi con un grande attore

Stasera sono in vena al teatro Subasio di Spello Stagione di teatro contemporaneo
A cura di Fontemaggiore  Ridere e commuoversi con un grande attore

Ascoltare la sua storia, quella degli “anni dell’eroina”, raccontata con sorprendente vivacità e ironia. Testo vincitore del premio Cassino Off 2015, finalista Premio rete critica 2015 come miglior spettacolo, finalista Premio Ubu 2015 come miglior novità 2015, “Stasera sono in vena”, scritto e interpretato da Oscar De Summa, va in scena venerdì 26 febbraio al Teatro Subasio di Spello per la stagione curata da Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale.

Lo spettacolo racconta la storia di un adolescente pugliese alle prese con la droga: sul palco l’attore dà vita a sé stesso, agli amici, al padre, agli spacciatori e ai boss della malavita di una Sacra Corona Unita ancora in formazione. Ma De Summa riesce a dar vita ad un’epoca intera: gli anni Ottanta, rivissuti attraverso i grandi classici del rock, cantati e urlati a squarciagola, colonna sonora di una generazione che attraverso la musica sperava ancora di fare una ribellione che era già fallita sul piano personale e sociale.

Stasera sono in vena

Da non perdere quindi per la performance di un attore capace di raccontarsi con mille sfumature. Per informazioni e prenotazioni: Fontemaggiore tel. 075 5286651 – 075 5289555 Teatro Subasio (il giorno dello spettacolo dalle ore 18) tel 0742 301689 – www.fontemaggiore.it
DETTAGLI
SPELLO – TEATRO SUBASIO LA BELLA STAGIONE 2015-2016 Stagione di teatro contemporaneo A cura di Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale VENERDI’ 26 FEBBRAIO 2016 ORE 21.5 LA CORTE OSPITALE Stasera sono in vena di e con Oscar De Summa produzione La Corte Ospitale in collaborazione con Armunia – Festival In equilibrio

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*