Collerisana 6. Guarire, Don Sergio Andreoli

 
Chiama o scrivi in redazione


don sergio

COLLERISANA 6. Guarire

“Se vuoi, puoi purificarmi”, disse il lebbroso a Gesù.
Lo si legge nel Vangelo secondo Marco, al versetto 40 del capitolo 1.
Tu spesso correggi questa espressione e dici:
“Se vuoi, puoi guarirmi”, riferendoti alle tue difficoltà fisiche. La usi anche, adattandola, per implorare la guarigione di qualcuno.
Fai bene.
Non pretendere nulla, però.
Fìdati del Signore, che sa bene cosa è utile a te e agli altri.
Tu non sei in grado di insegnargli nulla.
Egli è il Maestro.
Sii a lui grato, anche quando ti sembra che non ti ascolti, che sia disattento alle tue implorazioni.
Tu non sai quello che egli ha in mente per te.
Ignori cosa ha progettato per il tuo vero bene e per quello delle persone, a cui tu tieni tanto, per mille motivi.
I suoi “pensieri” sono perfetti e sono mille volte diversi da tuoi.
Così pure i suoi “progetti”.
China il capo, dunque, e piega le ginocchia, per adorarlo.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*