Premio a Spello, nella chiesa di San Claudio, ai genitori di Eleonora Cantamessa

 
Chiama o scrivi in redazione


eleonora cantamessa-
bresciatoday.it

da Sara Ruffinelli
SPELLO – E’ morta per adempiere al suo compito di medico Eleonora Cantamessa, la dottoressa di 44 anni che è stata investita mentre soccorreva un indiano ferito in una rissa a Chiuduno. Lavorava al Sant’Anna di Brescia da 13 anni, ma era a Trescore, suo paese d’origine, che aveva uno studio dove riceveva e seguiva le sue pazienti. “Qui a Trescore aveva fatto nascere tantissimi bambini .. Dopo aver ricevuto le mamme per la visita, il suo ambulatorio spesso rimaneva aperto anche per le ragazze straniere che visitava gratuitamente e che avevano bisogno di un consulto. L’altra vittima, , l’indiano che Eleonora neache conosceva, ma per il quale ha sacrificato la sua vita aveva quattro figli, il loro papà li adorava. La famiglia di Eleonora ha reagito alla tragedia con amore aiutando economicamente quei bambini , sicuri che la cura degli altri sia il più concreto lascito della loro figlia. Sabato 23 maggio 2015 alle h 17.00 nella Chiesa di San Claudio di Spello ci sarà un incontro con i genitori di Eleonora ai quali verrà conferito il Premio ” Carlo Chiara” che verrà consegnato da Mario Chiara in ricordo del gesto d’amore compiuto dal fratello  . Coordinerà l’incontro Giulio Proietti Bocchini  e seguirà un momento conviviale curato e offerto da ” Cucina Con Cri Cri c/o il Convento San Damiano in via Porta Fonte Vecchia a Spello L’iniziativa è l’ultimo degli otto appuntamenti  di ” PassaParola-leggi gusta pensa ” la prima rassegna letteraria della città di Spello promossa dall’ assessorato alla cultura del Comune in collaborazione con Sistema Museo ,l’ Accademia degli Inquieti e Sara Ruffinelli organizzatrice del progetto.

© Protetto da Copyright DMCA

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*