Torna Hispellvm, la più attesa rievocazione di epoca romana in Umbria

Torna  Hispellvm la più attesa rievocazione di epoca romana in Umbria: dal 17 al 20 agosto Spello si trasforma in un teatro a cielo aperto per raccontare il suo glorioso passato al tempo del grande Imperatore Costantino con ludi ginnici, riti propiziatori, ludi scenici e cene patrizie in cui assaporare le pietanze e ammirare gli spettacoli tipici delle mense romane.

Il programma della manifestazione promosso dall’Associazione Hispellvm in collaborazione con Comune di Spello, nell’ambito della rassegna “Incontri per le Strade”, è stato presentato alla stampa questa mattina nella Sala Fiume della Regione Umbria. Presenti il sindaco Moreno Landrini, l’assessora alla cultura e turismo Irene Falcinelli, il presidente dell’Associazione Sandro Vitali e il vice sindaco del Comune di Scheggia e Pascelupo Mariella Facchini; sono intervenuti anche i rappresentanti delle associazioni coinvolte nella manifestazione.

Torna Hispellvm, la manifestazione storica di epoca romana che permette di rievocare gli antichi fasti della città di Spello – commenta il sindaco Landrini -; oltre ad arricchire la programmazione estiva, Hispellvm rappresenta un’importante occasione di valorizzazione del patrimonio archeologico e dell’eredità culturale custoditi dalla nostra città. Saranno infatti promossi numerosi eventi nei siti archeologici che si presenteranno agli occhi dei visitatori in una veste inedita. Un ringraziamento a tutti coloro che si sono impegnati per la ripresa dell’evento espressione della nostra storia facendola rivivere nel presente e di cui siamo orgogliosi”.

Hispellvm lancia una nuova sfida sul terreno della rievocazione storica di epoca romana in Umbria – afferma l’assessora Falcinelli -. Il nuovo Consiglio Direttivo ha intrapreso un dialogo proficuo sia con la città coinvolgendola nella programmazione e nella realizzazione degli eventi sia con gli altri “Municipi Romani” in uno scambio di collaborazioni che prospetta percorsi interessanti. Partire dalle emergenze archeologiche, storiche e artistiche per un calendario di appuntamenti che saranno sviluppati nel corso dell’anno e che costituiranno la base per innovare una manifestazione che da sempre ha avuto grandi potenzialità sotto ogni punto di vista”.

Dopo anni di fermo a causa dell’emergenza sanitaria, l’Associazione Hispellvm si è fortemente impegnata per la ripresa della manifestazione – ha continuato il presidente Vitali –. A far da regia è il comitato scientifico dell’Associazione e storici locali le cui ricerche e studi permettono alla manifestazione di esprimersi in maniera più fedele e verosimile possibile al periodo storico interessato. In questa edizione sono stati coinvolti anche altri Comuni impegnati in rievocazioni di epoca romana, una collaborazione preziosa che potrebbe aprile la strada a percorsi unitari per la promozione turistica-culturale del territorio umbro e far rivivere i fasti dell’antica Roma ai tanti appassionati”.

I riti, il cibo e la cultura saranno i protagonisti dell’edizione 2023; si parte giovedì 17 con le Gentes Romanae di Hispellum che, scortate dagli Equites Legionis apriranno la rievocazione in Piazza della Repubblica a partire dalle ore 21; da qui partirà il corteo dal centro dell’antica Colonia Iulia percorrendo il decumanum maximun fino a giungere nella maestosa Area Archeologica Porta Consolare (Piazza Kennedy) dove avverrà l’accensione del Fuoco Sacro e si decreterà l’avvio dei Ludi Scenici (spettacoli teatrali) e degli Agones (competizioni ginniche) seguendo le prescrizioni che il grande Imperatore Costantino aveva impartito agli Hispellates attraverso il Rescritto custodito nella sua forma originale nel Palazzo Comunale di Spello.

Particolare attenzione sarà riservata alla vita romana, che sarà riproposta nel Campus della colonia di HISPELLVM con la sua domus, il mercato, i riti; qui saranno messi in scena le arti e i mestieri del telaio con la tessitura e dei vasai con la preparazione delle creme antiche e dei profumi. Lungo via Consolare per tutta la manifestazione dalle ore 17.30 saranno allestiti il mercato e lungo via San Filippo i Mestieri. Non mancherà la possibilità di immergersi nell’affascinante atmosfera di una cena patrizia: nella taverna Costantino Imperatore venerdì 18 e sabato 19 alle ore 20 gli ospiti (è possibile vestirsi in abiti romani per l’occasione) si siederanno alla tavola di un un banchetto romano per assaporarne le pietanze storiche e godere degli spettacoli tipici delle mense patrizie: musiche, danze, recitationes, curiosità e aneddoti (sono disponibili al massimo 50 posti, per info e prenotazione 3355209825 – 0742 301009). Da giovedì a domenica dalle ore 19.30 nella Taberna vinaria – Popina in piazza Francesco Proietti Bocchini sarà possibile degustare cibo e bevande ispirate alla cucina dell’epoca.

Nell’antica Roma la preparazione fisica dei giovani era tenuta in grande considerazione, soprattutto come preparazione all’attività militare: la manifestazione presenta la spettacolare gara di corsa alla staffetta a cura dell’Associazione “Educare con il movimento” in programma venerdì 18 agosto alle ore 22.45 che con la partecipazione 40 atleti provenienti dai Municipi romani di Spello, Bastia Umbra, Nocera Umbra, Foligno, Trevi, Campello sul Clitunno, Montefalco e Gualdo Cattaneo, che si sfideranno negli scorci più suggestivi della città sempre seguendo le prescrizioni di Costantino. La serata si concluderà con la danza delle ninfe a cura delle allieve della scuola Scarpette Rosa. Torna anche l’appuntamento con l’emozionante disfida delle bighe; sabato 19 agosto alle ore 22.30 nell’area del circolo di Hispellum ci sarà il lancio del Pilum che vedrà il municipio di Hispellum sfidare quelli romani di Scheggia e Pascelupo e Tuoro sul Trasimeno. Seguirà il carosello degli Equites Legiones e il tiro delle frecce di fuoco a cura degli Arceri Sagittariis Ridentes.

Venerdì 18 e sabato 19 a partire dalle ore 17 nell’atrio della Sala delle volte in Piazza della Repubblica i più piccoli potranno vivere un giorno da bambino nell’antica Hispellum, ascoltando le favole e i miti narrati dal magister, scrivendo su tavolette cerate e giocando come nell’antichità (posti limitati per info e prenotazioni 347 1436917 0742 301009). Nelle stesse giornate, alle ore 21 nella piazzetta della Loggia andrà in scena la divertente commedia “Aulularia la pentola d’oro” di

Tito Maccio Plauto con gli attori del laboratorio teatrale Hispellum e con l’adattamento e la regia di Paolo Gramaccioni.

Diversi saranno inoltre gli appuntamenti culturali di approfondimento: sabato 19 alle ore 8.30 trekking urbano alla scoperta delle cisterne romane e dei siti archeologici a cura del dott. Giulio Proietti Bocchini e domenica 20 sempre alle 8.30 con la prof.ssa Sabina Guiducci in programma una visita guidata delle porte romane. Sabato 19 alle ore 11 alla Villa dei Mosaci ci sarà invece il convegno su “Spello antica alla conquista del primato tra gli UmbrI: il favore di Augusto” con il prof. Simone Sisani, associato dell’Università degli Studi dell’Aquila e presidente CAD di Scienze della formazione primaria. Sono previsti gli interventi del prof. Giorgio Bonamente ordinario di storia romana presso l’Ateneo di Perugia e della dott.ssa Paola Romi della Soprintendenza Archeologica, Belle arti e Paesaggio dell’Umbria. Nella giornata conclusiva di domenica 20 nell’area verde dei giardini di Vallegloria dalle ore 9 si svolgerà il rito della protezione dei campi e alle 9.30 i ludi ginnici; alle ore 18 invece la toeletta di una matrona, con la messa in scena di un momento di ornatrix della vita quotidiana di una matrona romana intenta a farsi acconciare i capelli da una serva pettinatrice (ornatrice) e dalle serve della “pitturata”. La giornata sarà allietata dagli spettacoli itineranti di giocoleria a cura de I Giullari del Diavolo.

Alla Villa dei Mosaici, a cura del Consorzio Athena Promakos sono previsti, su prenotazione, laboratori didattici per tutte le età di circa un’ora ciascuno: per i più piccoli, Occhio al dettaglio, una Caccia al tesoro finalizzata a conoscere i mosaici della Villa divertendosi e giocando e il bestiario di Spello, un percorso per riflettere su alcune abitudini quotidiane dei romani e su diversi aspetti simbolici della loro vita partendo dall’iconografia faunistica dei tappeti musivi. Per i più grandi, dalla scuola secondaria, in programma La Religio romana. (Per info e prenotazioni info@vivispello.ithttps://vivispello.it Tel.: +39 0742 455579, costo: 8.00€ a partecipante, compresa la visita guidata alla Villa dei Mosaici).

Tutto il programma è consultabile nel sito della manifestazione https://www.hispellum.eu/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*