Tragedia a Spello, papà di 47 anni muore dopo aver accompagnato figli a scuola

 
Chiama o scrivi in redazione


Tragedia a Spello, papà di 47 anni muore dopo aver accompagnato le figlie a scuola

Tragedia a Spello, papà di 47 anni muore dopo aver accompagnato figli a scuola

Costantino Cardinale, 47enne di origini siciliane, è morto lunedì mattina a Spello. L’uomo, dopo aver accompagnato i figli a scuola, si è diretto verso la sua auto e, improvvisamente, si è accasciato al suolo. Immediata la chiamata ai soccorsi con il 118 arrivato rapidamente sul posto insieme ai carabinieri della Compagnia di Foligno e della Stazione di Spello, ma niente da fare il papà 47enne.

I sanitari a quel punto non hanno potuto far altro che dichiarare il decesso dell’uomo dovute a cause naturali. Costantino, che era molto conosciuto in città, viveva a Foligno, aveva un a piccola azienda di tinteggiatura. Era separato dalla moglie, una donna di Spello, e aveva due figli piccoli. Inutili i tentativi di rianimarlo, anche fatte delle stesse mamme dei piccoli scolari della elementare. Sul posto anche la dottoressa del distretto e poi i sanitari del 118, ma non c’è stato nulla da fare e Costantino se n’è andato così, lasciando tutti attoniti e ammutoliti per una morte improvvisa, ancora più dolorosa perché ha colpito una persona così giovane. Giovane e papà di due figli piccolissime.

Oggi, come molti genitori sono soliti fare, aveva deciso di accompagnare figli personalmente a scuola, per la ripresa dell’anno scolastico e delle lezioni in presenza, dopo lunghi mesi di didattica a distanza. Salutati le ragazze qualche chiacchiera con i presenti e si era diretto dove aveva posteggiato l’auto, poi il malore.

«Una vera disgrazia, a nome della città voglio esprimere vicinanza e affetto alla famiglia. I cittadini sono colti da un profondo dolore per una tragedia terribile, che qualcuno pensa sempre che non possa succedere» – spiega il sindaco Moreno Landrini.

Grande il cordoglio dei concittadini. Il profilo social di Costantino travolto dai messaggi di cordoglio. «Non ho parole…Riposa in pace e proteggi le tue piccole da ovunque te sia ora! Condoglianze alla famiglia e agli amici!», ha scritto Ortenzia. «Costa ma che mi combini!? C’è la grigliata in sospeso!», scrive Francesca. «Ciao Costantino, veglia le tue bambine da lassù», sottolinea Marcello. E poi ancora tanti altri: «Costantino sei e sarai sempre uno dei miei migliori amici di sempre riposa in pace carissimo amico mio, condoglianze a tutta famiglia un abbraccio da tutti noi» – scrive Giacomo. «Un abbraccio alla sua famiglia e ai suoi bambini. Che la città si stringa intorno a loro con la promessa di accompagnarli, non solo oggi, ma nella vita, come avrebbe fatto lui». E’ il ricordo di Paolo Salari.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*