Scomparsa di Guglielmo Epifani. Il cordoglio dell’amministrazione comunale

Il padre di Guglielmo Epifani si chiamava Giuseppe a differenza della moglie non era campano ma nativo di Cannara

 
Chiama o scrivi in redazione


Scomparsa di Guglielmo Epifani. Il cordoglio dell’amministrazione comunale

Scomparsa di Guglielmo Epifani. Il cordoglio dell’amministrazione comunale

di Fabrizio Gareggia, sindaco di Cannara
Cannara, approvato il conto consuntivo del bilancio 2019L’Amministrazione comunale, con il Sindaco Fabrizio Gareggia, la Giunta ed il Consiglio Comunale di Cannara, presieduto da Giorgio Agnello, esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Guglielmo Epifani. I numerosi incarichi assunti nel corso della sua prestigiosa carriera sindacale e politica non lo hanno mai distolto dal legame profondo con il nostro paese, riconosciuto dal Consiglio Comunale con il conferimento della cittadinanza onoraria nel 2011.

Alla famiglia giungano le sentite condoglianze dell’Amministrazione comunale e della comunità cannarese tutta.

Il padre di Guglielmo Epifani si chiamava Giuseppe a differenza della moglie non era campano ma nativo di Cannara di cui fu anche sindaco per un breve periodo dopo la seconda guerra mondiale. Sono di Cannara ed era mio coetaneo essendo ambedue nati nel 1950. Guglielmo non ha mai abitato a Cannara ma da piccolo veniva in vacanza coi genitori poiché suo padre aveva molti suoi parenti qui. La famiglia Epifani è una di quelle più antiche di Cannara e Giuseppe in particolare è rimasto sempre affezionato a questo luogo tanto è che in pensione vi trascorreva lunghi periodi dell’anno. Giuseppe e sua moglie sono sepolti nel cimitero di Cannara e Guglielmo qualche volta in incognito l’ho notato presso la loro tomba./da Mario Scaloni

 

 

 

 

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*