Approvato, a Spello, il bilancio di previsione 2016-2018

 
Chiama o scrivi in redazione


Anziani non autosufficienti, prorogata al 5 ottobre scadenza avviso contributi

Approvato, a Spello, il bilancio di previsione 2016-2018

Con un mese di anticipo rispetto agli attuali termini di legge, il Consiglio Comunale di Spello nel corso della seduta di giovedì (31 marzo) ha approvato a maggioranza ilBilancio di previsione triennale 2016-2018 .  La delibera, preceduta da quelle sugli atti collegati in materia di tariffe, imposte, lavori pubblici, alienazioni e in particolare dal DUP, il Documento Unico di Programmazione per lo stesso periodo, rappresenta una tappa importante che consente all’Ente di entrare a pieno regime per impegnare tempestivamente  le risorse stanziate e consentire agli uffici una completa operatività a vantaggio delle numerose esigenze sociali e infrastrutturali.

“Siamo soddisfatti del risultato raggiunto grazie alla costruttiva e responsabile collaborazione della varie professionalità che hanno contribuito alla predisposizione degli atti, quest’anno oltretutto resi più articolati e complessi per effetto del pieno recepimento delle disposizioni sull’armonizzazione contabile come previsto dal Dlgs 118/2011 e delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 (L.208/20105) – commenta Gian Primo Narcisi  vice sindaco e assessore al bilancio – Anche se è stata la Legge a impedirlo, il nostro Ente non avrebbe comunque aumentato la pressione fiscale come dimostra l’azzeramento della Tasi mai applicata nel nostro Comune.

La rimodulazione del Fondo di solidarietà comunale è stata compensata dall’incremento delle previsioni di entrata IMU non per l’aumento delle aliquote ma per una ridotta contribuzione allo Stato, mentre abbiamo mantenuto la progressività dell’addizionale Irpef e allo stesso livello la TARI che da anni si colloca tra le più basse della Regione”.

Nel dettaglio, come spiegato da Narcisi, il Bilancio 2016 predisposto in pareggio di competenza e con saldo positivo di cassa, muove fondi per circa 17 milioni di euro, prevede un Piano triennale lavori pubblici per circa 1,5 milioni di euro, alienazioni per 450 mila euro e opere infrastrutturali in corso per circa 2,1 milioni di euro,  tra cui è previsto l’ulteriore avanzamento del 2° stralcio del PIR che  sta restituendo un centro storico nuovo e ancor più attraente; sono inoltre previsti 750 mila euro per il completamento dell’area archeologia della Villa romana in località Sant’Anna che permetterà a breve la riapertura al pubblico dei mosaici e il completamento delle aree verdi e parcheggio circostanti.

Sono compresi anche i lavori già in corso per la riapertura della Porta San Sisto che consentirà l’accesso al centro storico attraverso gli splendidi vicoli. Nel prossimo anno sono inoltre in programma lavori per altri 4 milioni di euro per  il rifacimento della Piazza della Repubblica e il 3° stralcio dei lavori PIR.

I documenti programmatici (DUP e bilancio) hanno ottenuto ovviamente l’avallo dell’organo di revisione e sono già stati condivisi anche con le parti sindacali e politiche. Al fine di rendere ancora più partecipati i contenuti del bilancio, venerdì 8 aprile alle ore 21  nella Sala dell’Editto del Palazzo Comunale si svolger à un incontro pubblico con i cittadini per recepire idee e proposte per la città.  “L’impegno politico-amministrativo – conclude Narcisi –  rappresenta a mio avviso una straordinaria esperienza  umana, professionale e civica che ci consente concretamente di metterci al servizio della nostra città per contribuire al miglioramento delle condizioni economico e sociali recitando un ruolo di partecipanti attivi piuttosto che di spettatori passivi affinché i problemi della comunità siano familiari al singolo e importanti quanto le proprie faccende private”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*