La Maestà di Mascicone si “arricchisce” per il Natale del Presepe [Foto]

La Maestà di Mascicone si “arricchisce” per il Natale del Presepe

La Maestà di Mascicone si “arricchisce” per il Natale del Presepe

Percorrendo a piedi o in auto la “stradetta di Assisi”, la strada a mezza costa tra Spello ed Assisi, le persone possono ammirare il Presepe che alcuni spellani hanno allestito nei pressi della Maestà di Mascicone. In continuità con la secolare pietà e devozione popolare, questi, tutto l’anno curano ed animano i diversi momenti di preghiera comunitaria davanti alla Maestà. L’ Edicola (Maestà di Mascicone) è costituita da un capitello di forma cubica a due scomparti: in basso una nicchia con funzione di ricovero, in alto l’immagine sacra della Madonna col il Bambino.


Questo slideshow richiede JavaScript.


Tra le prime fonti documentate c’è il testamento del 1433 di Tommaso, figlio di Antonio Di Francesco, il quale lascia un terreno in contrada “Magestà de Massicone”.

Nel 1954 l’immagine dell’Edicola è stata riaffrescata da Ugo Scaramucci, pittore folignate; ulteriori restauri sono stati messi in campo nel 1998 e recentemente.

La Maestà di Mascicone, oggi come in passato, vede una presenza costante e continua di persone che dinanzi all’immagine della Madonna vanno a pregare per chiedere grazie e protezione e/o ringraziare per i doni ricevuti.

Storicamente erano le puerpere che si recano dinanzi all’edicola per chiedere protezioni per i loro figli, piccoli o grandi; si narra che durante la seconda guerra mondiale moltissime mamme, che avevano i figli impegnati al fronte, andavano in pellegrinaggio a piedi dalla Chiesa Tonda di Spello (situata oggi a ridosso della SS 75), alla Maestà di Mascicone portando un lume ed oggetti personali dei propri figli, affinché la Madonna li prendesse sotto la sua protezione.

Lorenzo Spinosi

Tratto da Tesi di Laurea di Giuliana Chiucchi: “Spello ed il suo spazio sacro, Santuari ed edicole, 1992


La Maestà di Mascicone si arricchisce per il Natale del Presepe, video

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*