Spello, il Gruppo Lega chiede dimissioni della vice presidente Mariotti

 
Chiama o scrivi in redazione


Spello, il Gruppo Lega chiede dimissioni della vice presidente Mariotti

Spello, il Gruppo Lega chiede dimissioni della vice presidente Mariotti

“Giovedì pomeriggio – spiegano i consiglieri comunali Paolo Lillocci e Lorenzo Sensi – si è riunita la prima Commissione consiliare. Dopo aver discusso serenamente dei punti relativi al bilancio, i commissari Sara Benedetti, Enzo Fastellini e Lorenzo Sensi, proseguivano i lavori ed arrivavano al punto relativo alla modifica del Regolamento relativo al servizio taxi.

Il commissario Sensi, su indicazione del Capogruppo Lillocci, proponeva un emendamento sulla segnaletica verticale relativo al servizio taxi per estenderla anche al servizio Ncc presente nel nostro Comune. Una scelta a vantaggio non solo dei cittadini, ma anche dei turisti che possono scegliere il servizio che preferiscono e soprattutto quello più conveniente. Alla presidente Benedetti veniva richiesto, come previsto dal regolamento, la votazione all’ emendamento. Ma a questo punto scoppia la bagarre.

LEGGI ANCHE – Spello e la Nutella, parla presidente Pro Loco, Fabrizio De Santis

Sensi insiste che si voti subito, la presidente prendeva tempo e, con un’ora di ritardo, consentiva l’accesso in commissione alla vice presidente del Consiglio comunale Francesca Mariotti. Appena votato, la vice presidente del Consiglio comunale usciva dalla commissione adducendo come motivo il sostenimento di un esame. Il segretario verbalizzante, annullata la votazione, faceva rivotare e la maggioranza andava sotto per ben tre volte. A questo punto si decideva di rinviare gli altri punti all’ordine del giorno.

Consideriamo vergognosa e irrispettosa la condotta della vice presidente del Consiglio comunale – commentano Lillocci e Sensi – che entra in ritardo ed esce subito dopo la votazione annullata. Non da meno il comportamento del primo cittadino e dei membri della maggioranza che pretendevano di agire al di fuori dei dettami regolamentari. La Lega non fa disparità di trattamento.

Per noi, a differenza di tutta la maggioranza, non esistono cittadini e servizi di serie A e B. Vedremo in Consiglio Comunale cosa voteranno”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*