Ex Chiesa di Santa Maria in Paterno, in corso i lavori di ristrutturazione e riqualificazione

Ex Chiesa di Santa Maria in Paterno, in corso i lavori di ristrutturazione e riqualificazione

Ex Chiesa di Santa Maria in Paterno, in corso i lavori di ristrutturazione e riqualificazione

In corso i lavori di ristrutturazione e riqualificazione dell’ex Chiesa di Santa Maria in Paterno, un bene comunale di valore storico, artistico e culturale, localizzato in un’area paesaggistica di particolare pregio facente parte della Fascia Olivata Assisi-Spoleto e della rete escursionistica regionale con il sentiero degli Ulivi e la via Francigena – via di San Francesco – via di Roma. L’importo complessivo dell’intervento è circa 170 mila euro, di cui e circa 100 mila con un finanziamento ottenuto nell’ambito del PSR dell’Umbria 2014-2020 Piano di Azione Locale 2014-2020 “Due Valli: un territorio” attraverso un bando emanato dall’Associazione Valle Umbra e Sibillini – G.A.L e circa 70 mila di risorse proprie del Comune.

Il progetto prevede la riqualificazione dell’immobile al fine di poterlo destinare ad attività di sosta a supporto dell’escursionismo e dei fruitori del territorio. Nel dettaglio gli interventi riguarderanno opere di consolidamento strutturale, di rifacimento della copertura e finiture complementari.  Si prevede inoltre l’abbattimento delle barriere architettoniche negli ingressi alla struttura; sarà sistemato anche lo spazio aperto connesso all’immobile per l’utilizzo da parte degli escursionisti.

Con questo intervento viene recuperato un ulteriore bene culturale del ricco patrimonio della città che negli ultimi decenni ha avuto diverse destinazioni – commenta il sindaco Moreno Landrini -; data la sua particolare ubicazione l’immobile potrà essere di supporto a tutti gli amanti dell’ambiente e della natura che a piedi o in bicicletta scelgono di trascorrere del tempo in un luogo particolarmente attrattivo all’interno della fascia olivata Assisi- Spoleto e interessato anche dai sentieri escursionistici regionali”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*