Spello, conoscere Sant’Angela da Foligno, Don Sergio Andreoli

 
Chiama o scrivi in redazione


(spellooggi.it) SPELLO – In questi giorni il nome di Foligno è stato sulla bocca di tanti italiani e stranieri. La canonizzazione di Angela da Foligno, decisa da Papa Francesco, il 9 ottobre 2013, e l’esposizione della Madonna di Foligno, di Raffaello, sono stati gli avvenimenti “responsabili” di questo fatto. Si dice, dunque, finalmente, bene di una città, spesso dimenticata, se non avvilita.

A dire il vero, se ne è parlato bene anche il 12 gennaio in occasione delle celebrazioni festive della Madonna del Pianto – dopo la distruzione seminata dai bombardamenti degli Alleati, la sua Statua è nella Chiesa di Sant’Agostino – e si è tornato a farlo il 24 gennaio, per la Festa di San Feliciano, Vescovo di Forum Flaminii – l’attuale San Giovanni Profiamma -, Patrono della Città e della Diocesi, ora retta da Monsignor Gualtiero Sigismondi.

Pertanto, vorrei prendere anche questa occasione, per suggerire a chi legge, di approfondire le sue conoscenze di Sant’Angela e di farla anche conoscere. Non mancano sussidi validi allo scopo; basta andare alla sezione libri di Google e non mancheranno le sorprese, non solo per chi conosce il latino, ma anche per quanti sono esperti solo di lingue moderne.

Eventi in Umbria

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*