Daria Colombo a PASSAparola: «Solo l’amicizia può darti la forza di andare avanti»

 
Chiama o scrivi in redazione


Daria Colombo a PASSAparola: «Solo l’amicizia può darti la forza di andare avanti»
Daria Colombo a PASSAparola: «Solo l’amicizia può darti la forza di andare avanti»

Daria Colombo a PASSAparola: «Solo l’amicizia può darti la forza di andare avanti»
da Morena Zingales
Gli intensi affreschi della sala dell’Editto a Spello hanno fatto da cornice alla presentazione del libro di Daria Colombo “Alla nostra età con la nostra bellezza”. E’ stato, infatti, questo evento ad alzare il sipario sulla seconda edizione di “PASSAparola. Leggi, gusta, pensa…”. Si tratta di una rassegna letteraria organizzata a di Spello. Kermesse promossa dall’assessorato comunale alla cultura in collaborazione con la Sistema Museo, l’Accademia degli Inquieti e Sara Ruffinelli.

Grande successo di pubblico per la giornalista, scrittrice e art director, impegnata anche in numerose iniziative di solidarietà.

All’evento hanno partecipato il Sindaco di Spello, Moreno Landrini, l’Assessore alla cultura Irene Falcinelli, Sara Ruffinelli, gli organizzatori e tanti cittadini di Spello e non solo. Il libro di Daria Colombo, che lo ricordiamo è moglie del grande Roberto Vecchioni, è incentrato sulle donne e sull’amicizia. L’incontro è stato coordinato da Sergio Menghini di Radio Subasio.

Daria Colombo, promotrice del movimento dei Girotondi a livello nazionale, ha risposto alle domande poste da Sergio Menghini. Il romanzo, edito da Rizzoli, racconta la forza delle donne e la loro capacità di supportarsi, alla faccia di chi dice che schiacciarsi i piedi sia una priorità tutta femminile. Fabula e intreccio sullo sfondo di una Milano amica e ricca di dettagli e scorci architettonici, nella quale si verificheranno molti cambiamenti politici. Nel frattempo, tra lotte sociali, figli e delusioni, l’amicizia di due donne molto diverse tra loro, Lisa e Alberta acquisisce nuove sfumature.

Il libro dunque racconta di due donne: Alberta e Lisa. «Quest’ultima – ha ricordato Daria Colombo -, era una compagna di università più vecchia di me. Il romanzo, quindi, ha uno spunto autobiografico. Lisa, ha detto l’autrice, mi ha aiutato tanto a crescere, anche se a dire il vero era molto diversa dalla protagonista del romanzo. Poi, naturalmente, c’è l’esperienza politica, parte della mia vita».

E proprio di politica si parla nel romanzo. «Lisa apprende gradualmente da Alberta che ciascuno deve fare la propria parte, anche per il bene comune. Alberta impara da Lisa che quando qualcosa non ci piace non basta sbattere la porta e andarsene. Bisogna anche mediare – ha spiegato la moglie di Roberto Vecchioni -, bisogna imparare a capire le reazioni dell’altro. Ecco, mi piacerebbe che restasse questo nei lettori».

Oltre ad Alberta e Lisa, le pagine del romanzo contengono tanti piccoli cammei al femminile. Piccole storie che raccontano di come le donne quasi sempre portino sulle spalle i pesi maggiori dell’esistenza e di come spesso lo facciano senza tanto clamore.

Alberta, giovane e decisa; Lisa, più matura e delicata. Le due amiche sono diverse: «All’inizio è proprio questa diversità ad attrarle, quasi potessero compensarsi – ha detto Daria Colombo -. Poi interverranno l’affetto, la stima, la fiducia. Lisa e Alberta passano anche molti mesi senza vedersi, ma se una delle due ha bisogno l’altra corre senza rimandare».

Spesso il tran tran quotidiano e i diversi stili di vita, infatti, rischiano di allontanarsi dalle amiche del cuore. «Quello che conta e che ti aiuta – afferma la scrittrice – è sapere di avere una persona che all’occorrenza c’è. Certo, quando è possibile l’amicizia va alimentata. A volte basta una telefonata, un caffè, una risata da condividere».

Daria Colombo nel suo primo libro ha ringraziato le amiche, dicendo «che senza di loro io non sarei niente e lo penso davvero. Come rido con loro non rido con nessuno. Le mie amiche mi hanno salvato la vita in alcuni momenti drammatici che ho attraversato. Avevo un’amica vicino anche quando è morto mio padre. Solo l’amicizia – ha concluso la giornalista – può darti la forza di andare avanti. L’amicizia può salvarti la vita, lo dico per esperienza personale».

“PASSAparola. Leggi, gusta, pensa…” è una vetrina culturale aperta quasi tutto l’anno per condividere emozioni, pensieri e buon cibo con l’intento di aprire il dibattito cittadino a nuovi impulsi ed esperienze. Il prossimo appuntamento con “PASSAparola. Leggi, gusta, pensa…” sarà sabato 14 novembre 2015 alle ore 17 nella Sala Petrucci del Palazzo Comunale. La protagonista sarà Maria Laura Antonini, con il libro “Un colpo d’ala, all’improvviso edito da Luoghi Interiori, coordina: Simona Fiordi, conduttrice TV e alle ore 20.30 “A Cena con l’Autore”.

Daria Colombo

[FAG id=5762] [embeddoc url=”https://www.spellooggi.it/wp-content/uploads/2015/11/LOCANDINA-PROGRAMMA.pdf” download=”all” viewer=”google”]

 

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*