Apre lo spazio “Nati per leggere” per stimolare i bambini alla lettura

SPELLO – Uno spazio per stimolare i bambini alla lettura insieme ai loro genitori. E’ stato inaugurato questa mattina nella scuola d’infanzia di viale Poeta lo spazio “Nati per leggere” che ha come obiettivo la diffusione della lettura tra i bambini da 0 a 6 anni attraverso la collaborazione fra bibliotecari e pediatri.

“Sono convinto – ha affermato il sindaco – che la possibilità di avere uno spazio in cui il bambino sia sollecitato alla lettura e familiarizzi in tenera età con i libri è una grande risorsa per la nostra comunità. Con questo progetto si offre la possibilità, alle tante famiglie di ritagliarsi momenti di serenità e spensieratezza con i propri figli in un tempo in cui i legami affettivi e familiari soffrono per la mancanza di momenti da condividere”.

Al taglio del nastro era presente anche l’assessore regionale alla cultura: “La Regione si è sempre impegnata a creare tutte le occasioni d’incontro tra i bambini e la lettura, perché riteniamo che leggere fa bene alla salute e i bambini acquistano più consapevolezza di se stessi e del mondo che li circonda”. Ha aggiunto la dirigente scolastica Maria Grazia Giampè citando Emily Dickinson “Non c’è nessun vascello che, come un libro, possa portarci in paesi lontani. E’ questo un viaggio anche per il più povero, che non paga nulla; tanto semplice è la carrozza che trasporta l’anima umana”.

Lo spazio “Nati per leggere” è collegato alla biblioteca comunale “Giacomo Prampolini” ed è stato fortemente promosso dall’assessore alla cultura del Comune di Spello: “Il progetto nasce già nel 2009 con la biblioteca “Favolosa” nella scuola dell’Infanzia voluto da due genitori, Luca Radi e Giada Bollati, che hanno devoluto il ricavato della vendita del libro “Misticanza” scritto da Luca Radi per l’acquisto dei libri per i bambini più piccoli. Questo nuovo spazio contribuirà a stimolare la lettura nei bambini in quanto potrà dargli le parole per raccontare se se stessi in modo più ricco”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
2 − 2 =