Inaugurato il Festival del Cinema di Spello, il taglio del nastro con l’onorevole Marina Sereni

Tra gli eventi da non perdere nei prossimi giorni la conferenza seminario “Rapsodia di una diva” con Luciano Padula

 
Chiama o scrivi in redazione


Inaugurato il Festival del Cinema di Spello, il taglio del nastro con l'onorevole Marina Sereni

Inaugurato il Festival del Cinema di Spello, il taglio del nastro con l’onorevole Marina Sereni SPELLO – É ufficialmente iniziata la meravigliosa pellicola che risponde al titolo di “Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri – Rassegna Concorso Le Professioni del Cinema”. Sabato 25 febbraio, nella Sala dell’Editto del Palazzo Comunale di Spello, si è dato il via, alla presenza della vicepresidente della Camera, l’onorevole Marina Sereni, alla sesta edizione della kermesse che celebra i professionisti del dietro le quinte. Quegli sceneggiatori, scenografi, costumisti e maestri della fotografia che, con impegno e passione, regalano al pubblico grandi film e documentari e che, a Spello e nei borghi umbri, mettono la loro professionalità al servizio della comunità, trasmettendo competenze e conoscenze.

VIDEO

Ad aprire la manifestazione, promossa dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale “Aurora”, è stata la presidente Donatella Cocchini, affiancata dal sindaco di Spello, Moreno Landrini, e dall’assessore alla Cultura, Irene Falcinelli. Accanto a loro, poi, Simona Fiordi che ha moderato il dibattito, ed alcuni “addetti ai lavori”, a cominciare da Vincenzo Aronica, responsabile marketing del Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale, per poi passare a Gianna Gissi e Lorenzo Baraldi dell’Associazione Scenografi Costumisti ed Arredatori. Addetti ai lavori ma anche curatori di due delle tre splendide mostre allestite a Palazzo Comunale, per l’occasione ribattezzato Palazzo del Cinema, e che sarà possibile visitare fino al 26 marzo prossimo.

DONATELLA COCCHINI – “Ringrazio i ragazzi presenti in sala – ha detto la presidente della kermesse, Donatella Cocchini, aprendo il proprio intervento – che sono per noi linfa vitale. Questo Festival nasce, infatti, proprio con l’intento di far conoscere alle nuove generazioni il mondo del cinema e delle professioni, grazie anche ai tanti concorsi e seminari che proponiamo annualmente”. La presidente Cocchini ha poi rivolto un saluto alle istituzioni locali ed all’onorevole Sereni.

MARINA SERENI – “La comunità spellana – ha dichiarato Marina Sereni prendendo la parola – è molto vivace ed attiva e va presa come esempio, perché scommette sulle proprie qualità e sulle proprie risorse e apprezzo molto il fatto che questo Festival, nato a Spello, punti a coinvolgere anche altri Comuni dell’Umbria. Soprattutto in un periodo come quello attuale – ha quindi sottolineato –, vista la recente crisi sismica, dobbiamo far capire a tutti che si può e si deve venire in Umbria, che l’Umbria è in piedi e che è un posto bellissimo. Dobbiamo lavorare in questa direzione, altrimenti il danno causato dal terremoto sarà per noi troppo grande da sopportare”. Un passaggio, poi, al connubio cinema e cibo che caratterizza questa sesta edizione del Festival. “È una bellissima idea unire questi due aspetti – ha sottolineato – perché in questo modo riscopriamo le nostre radici, così come è stupendo veder coinvolti tanti giovani nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro”.

MORENO LANDRINI – A fare gli onori di casa il sindaco di Spello, Moreno Landrini. “Il Festival del Cinema è il primo dei dodici petali che compongono la nostra annuale programmazione – ha sottolineato – in un 2017 che sarà segnato anche dall’inaugurazione della Domus Romana”.

IRENE FALCINELLI – Assessore alla Cultura ma anche insegnante, Irene Falcinelli ha invece posto l’accento sull’importanza che manifestazioni come il Festival del Cinema hanno nella formazione dei più giovani. “Attraverso le scuole – ha detto – i ragazzi entrano a contatto con un mondo, che è quello delle professioni del cinema, che per loro potrebbe diventare anche un’occasione di lavoro futuro”.

LE MOSTRE – L’apertura del Festival è stata anche l’occasione per inaugurare le tre mostre ospitate al Palazzo del Cinema: “Cinema e Cibo” a cura dal Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale; “Costruttori di incantesimi – Vestire i sogni” promossa dall’Associazione Scenografi Costumisti ed Arredatori; e la mostra dei ragazzi con i lavori prodotti dagli studenti degli Istituti secondari di secondo grado che hanno partecipato ai concorsi indetti per il 2017.

VINCENZO ARONICA – “Per il secondo anno consecutivo – ha dichiarato Vincenzo Aronica – il Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale ha deciso di sposare il ‘Festival del Cinema di Spello ed i Borghi Umbri’ e lo ha fatto su tre diversi piani: allestendo la mostra ‘Cinema e cibo’, dedicando un premio al miglior documentario sul tema ‘Cinema e Cibo’ e presentando un proprio documentario. Vogliamo condividere quest’esperienza – ha detto in conclusione – e vogliamo farlo stando qui, facendo sentire la nostra presenza”.

GIANNA GISSI E LORENZO BARALDI – Presenti, come detto, anche Gianna Gissi e Lorenzo Baraldi dell’Associazione Scenografi Costumisti e Arredatori. Intervenendo, hanno sottolineato come le loro siano professioni che hanno portato il nome dell’Italia nel mondo e di quanto ci sia bisogno, oggi, di giovani volenterosi che proseguano su questa strada.

L’ANTEPRIMA – Ad anticipare l’inaugurazione del Festival del Cinema di Spello è stata, venerdì 24 febbraio, la proiezione del documentario “Lontano dagli occhi” di Vincenzo Iannacone e Luca Cambi nell’aula magna dell’Istituto Marco Polo Bonghi di Assisi. Presente lo stesso Iannacone, ma anche e soprattutto gli studenti, rimasti affascinati e toccati dal tema tanto attuale quanto scottante dell’immigrazione.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI – Con la giornata inaugurale, invece, hanno ufficialmente preso il via le proiezioni dei film e dei documentari, ma non solo. Sono tantissimi, infatti, gli appuntamenti in agenda, che vedranno presenti anche un padrino ed una madrina d’eccezione. Si tratta degli attori Alessandro Sperduti e Ivana Lotito. Tra gli eventi da non perdere nei prossimi giorni la conferenza seminario “Rapsodia di una diva” con Luciano Padula, in programma domenica 26 febbraio, alle 16, nella sala multimediale di Santa Maria Maddalena a San Gemini, e l’esibizione “La Musica nel Cinema” che si terrà lunedì 27 febbraio, alle 21, all’Auditorium San Domenico di Foligno. Grandi protagonisti gli allievi della Scuola Comunale di Musica “Biagini”, che metteranno in pratica quanto imparato in occasione del corso di sincronizzazione coordinato dal maestro Federico Savina. Da non dimenticare, infine, le iniziative dedicate ai piccoli pazienti degli ospedali di Terni e Perugia. Lunedì 27, alle 11, l’appuntamento è nel reparto di Pediatria del Santa Maria di Terni; mentre martedì 28 febbraio una delegazione del Festival incontrerà i piccoli degenti del Santa Maria della Misericordia di Perugia. Due iniziative che, coniugando la bellezza dei cartoni animati con la dolcezza del cioccolato della Perugina, vogliono regalare ai bambini delle due strutture qualche ora di spensieratezza.

LUTTO NEL MONDO DEL CINEMA – Intanto il “Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri” si stringe attorno alla famiglia di Luca Viotto, regista Sky venuto a mancare prematuramente nella notte tra il 23 e il 24 febbraio. Due i lavori diretti da Luca Viotto presenti al Festival del Cinema di Spello per la sezione “Documentari fuori concorso”: “Firenze e gli Uffizi 3D” e “San Pietro e le basiliche papali di Roma 3D” entrambi prodotti da Sky 3D (il secondo in collaborazione con il Centro Televisivo Vaticano). Le due opere verranno proiettate al Teatro Subasio di Spello rispettivamente domenica 26 febbraio alle 17.45 e martedì 28 febbraio alle 10. In ricordo di Luca Viotto, inoltre, domenica 26 febbraio Sky trasmetterà una programmazione speciale, dedicata ai lavori di quello che è stato definito “un grande professionista, appassionato di cinema, televisione, musica e libri. Una persona di grande cuore, sempre disponibile e mai debole”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*