CambiAmo Spello, presentato il candidato sindaco Lorenzo Sensi

CambiAmo Spello, presentato il candidato sindaco Lorenzo Sensi

CambiAmo Spello, presentato il candidato sindaco Lorenzo Sensi

Ascoltare i cittadini, garantire più sicurezza e fermare il degrado nelle periferie. Sono questi i punti principali delle linee programmatiche illustrate da Lorenzo Sensi, candidato sindaco della lista civica CambiAmo Spello che si è ufficialmente presentato alla popolazione domenica 17 marzo nella sala Petrucci del Comune di Spello.

Un incontro costruttivo che ha accolto molti consensi tra la popolazione che chiede un cambiamento di un sistema politico non solo a livello nazionale ma anche locale e soprattutto vuole nuove e credibili figure politiche alla guida della Splendidissima Colonia Iulia. Oltre cento sono stati i cittadini presenti all’evento che si sono aggiunti alle numerose persone che si sono collegate nel corso nella diretta Facebook sul profilo ufficiale CambiAmo Spello.

Il progetto della lista civica CambiAmo Spello è sostenuto dalla Lega Umbria. All’incontro hanno partecipato l’onorevole Virginio Caparvi, il consigliere regionale della Lega Valerio Mancini, il sindaco di Cannara Fabrizio Gareggia e il responsabile territoriale della Lega Riccardo Polli. Il candidato sindaco è stato presentato dai componenti del direttivo della Lega Spello Paolo Lillocci e Gianni Taccucci.

“Noi vogliamo misurare la qualità della vita del cittadino cercando di restringere quella forbice tra l’ultimo e il primo – ha spiegato Lorenzo Sensi – Il nostro obiettivo principale sarà quello di riportare le istanze degli spellani dentro al Comune, tornare ad ascoltarli. Saremo noi stessi cittadini per i cittadini, mi metterò al vostro servizio per rispondere alle vostre esigenze.

Per le prossime elezioni amministrative chiediamo un’alternanza a quella regia che ha governato per anni a Spello, diventata ormai troppo autoreferenziale e che sta immobilizzando tutta l’Umbria. In campagna elettorale noi faremo una opposizione costruttiva, non urlata, ma fatta di contestazioni giuste che faranno seguito a  proposte costruttive. Saremo inoltre aperti ad accogliere altre componenti nel nostro progetto”.

Eventi in Umbria

1 Commento

  1. E “prima gli Spellani” sarebbe un cambio???
    A Spello anche gli altri italiani restano stranieri…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*