Movimento 5 Stelle Spello, bilancio di previsione 2015 e la barzelletta della fase partecipativa

Anziani non autosufficienti, prorogata al 5 ottobre scadenza avviso contributi

“Al via la fase partecipativa al bilancio comunale di previsione per l’anno 2015”, questo è quanto recita il comunicato stampa emesso dalla maggioranza. Sindaco e giunta la smettano di parlare di fase partecipativa. Tutto è già stato deciso e pertanto la fase che vanno ad affrontare è la pura e semplice spiegazione delle loro scelte di “pianificazione economica e di programmazione politica”. Il percorso partecipativo è tutt’altra cosa e di sicuro è un metodo che non è mai stato e mai sarà nelle corde di quest’amministrazione. Come sarebbe possibile avviare un percorso partecipativo e partecipato se la scadenza per l’approvazione del bilancio di previsione 2015 è il prossimo 31 marzo? Se si pensa che la prima commissione, quella che ha competenze al bilancio, prima dello scorso giovedì 5 marzo, si era riunita l’ultima volta il 17 nov. 2014. Sindaco e giunta pertanto dovranno assumersi la responsabilità di quanto andranno ad approvare perché nessun altro soggetto è stato coinvolto per la programmazione del prossimo bilancio di previsione.

Il nostro gruppo consiliare ha volutamente disertato la commissione ritenendo la convocazione una semplice ratifica. L’atteggiamento antidemocratico nei confronti della minoranza è inaccettabile, se si pensa che, prima della commissione consiliare, sono state addirittura incontrate le rappresentanze sindacali. Pertanto a Spello, i cittadini, le imprese, le associazioni dovranno tenersi ancora una volta le decisioni calate dall’alto da un’amministrazione arrogante che, con la scusa del taglio dei trasferimenti statali agli enti locali, denota forti limiti propositivi. Mentre saranno aumentate alcune tasse, in primis la Tari per le utenze domestiche, dall’altra parte viene ancora una volta sbandierata la non applicazione della Tasi, ovvero lo spot elettorale dello scorso anno di cui ne faranno le spese i cittadini. Per questo invitiamo il sindaco Landrini a spiegare i motivi che hanno indotto il responsabile d’area Area Manutenzioni e Gestione Appalti Pubblici ad inviare al prefetto una comunicazione dove egli evidenzia la difficoltà a gestire le situazioni più urgenti ed avviare a soluzione i problemi più complessi, in primis la sicurezza nelle scuole in materia di antincendio, la manutenzione straordinaria di alcuni edifici pubblici, il monitoraggio della stabilità degli alberi nei parchi pubblici e lungo le strade comunali, l’intervento di bitumazione della viabilità comunale e tanto altro. Il Gruppo Consiliare M5S Spello

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*