M5S Spello, ignorata l’istanza adozione strategia rifiuti zero

 
Chiama o scrivi in redazione


Logo M5S

(spellooggi.it) SPELLO – Domandare è lecito e rispondere è cortesia recita un vecchio detto, ma questo non vale per i destinatari dell’istanza che lo scorso 29 ottobre, i cittadini aderenti al M5S Spello hanno inoltrato al Sindaco ed a tutti i membri del consiglio comunale, di maggioranza ed opposizione, per l’adozione della Strategia Rifiuti Zero in dieci passi modello Comune di Capannori. Il nostro comune risulta poco virtuoso in merito alla produzione di rifiuti urbani e citando testualmente quanto riportato dal Rapporto Rifiuti Urbani Umbria 2012 dell’Arpa in merito ai comuni ATI 3, insieme a Trevi “presenta produzione di rifiuti pro capite elevata, superiore alla soglia individuata dal Piano regionale di gestione dei rifiuti. Spello ha la produzione pro capite (671 kg/ab) più alta di tutta la regione in aumento di 107 kg/ab rispetto al 2011, in particolare presenta molto elevata la quota di rifiuti non compresi nella raccolta differenziata”.

Inoltre, con la nostra istanza, abbiamo anche proposto la creazione di un’isola ecologica sul nostro territorio comunale, l’istituzione di un osservatorio che abbia il compito di monitorare costantemente e di pubblicizzare alla cittadinanza lo stato d’avanzamento degli obiettivi dettati dalla strategia Rifiuti Zero ed in ultimo non poteva mancare la richiesta di chiarimenti sull’attuale situazione societaria della Vus. Il nostro auspicio comunque è quello che tutte le forze politiche rappresentate in consiglio comunale facciano propria la nostra proposta e le diano attuazione al fine di accrescere la vivibilità ed il prestigio di uno dei borghi più belli d’Italia affinché diventi anche uno dei borghi più ecologici.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*