Botta e risposta tra Giovanna Petrini e il sindaco di Cannara Gareggia

Impianti sportivi a Cannara è buio pesto, lo dice Giovanna Petrini
giovanna petrini

Premesso che in Italia e quindi anche a Cannara vige la libertà di espressione , garantita dalla Costituzione, la sottoscritta impiega il proprio tempo libero come crede e in ciò che più le aggrada, in particolare per smentire il cumulo di bugie con cui l”attuale sindaco protempore, cerca di nascondere la sua ormai conclamata incapacità amministrativa e il lancio continuo di fango sulla mia passata amministrazione con le sue solite “armi”diffamando e denunciando alla corte dei conti che come ormai tutti ben sanno, ci ha ASSOLTO  da tutte le accuse formulate dal suo passato e attuale gruppo.
La sottoscritta,come sempre rappresenta se stessa, non è portavoce nè ha , a differenza dell’attuale sindaco, o ha avuto alcun portaborse ma questo lo sanno tutti è solo un patetico tentativo di lanciare del fumo qua e la pensando di abbindolare qualcuno forse tra i suoi elettori pentiti?
Prendo atto che smentisce se stesso sul costo dei due professionisti esterni assunti per il settore tecnico e per il settore cultura-bilancio ( in consiglio aveva affermato 86.000 € oggi siamo scesi a 56.000 €), con la sostanziale differenza che i due professionisti erano stati messi a capo di due settori dove non esisteva ( e non esiste ad oggi) la figura di un laureato; la loro professionalità ha garantito ottimi risultati all’amministrazione come certificato da progetti veri, finanziati e realizzati e con la soddisfazione dei cittadini soprattutto per quanto riguarda il settore urbanistica. Oggi al settore tecnico ci sono TRE dirigenti al posto di un dirigente laureato,parte time che gestiva il tutto, seguendo le orme di un comune confinante dove un geometra ha sostituito un architetto.
Prendo atto che il portaborse assunto secondo quanto affermato,dovrebbe prendere uno stipendio di € 533 al mese, o forse ci si vuole propinare una cifra  che riguarda solo sei mesi e senza tenere conto degli oneri riflessi?
Sulla certificazione dei residui (soldi da incassare e non da pagare per essere estremamente chiari) resa obbligatoria dalla normativa contabile ribadisco che questa incide sul bilancio per 9000€ annui e non per 290.000€, d’altronde chi definisce ” debiti” i mutui contratti per realizzare opere pubbliche merita forse ulteriori risposte?

Su Piandarca :la sottoscritta ha trovato un terreno alternativo per l’ installazione dei pannelli fotovoltaici da parte di privati,facendo una telefonata alla proprietaria di alcuni terreni per i quali ovviamente percepisce un affitto: proprietaria  che  alle ultime elezioni comunali figurava nella lista del sindaco.

Le associazioni sono state letteralmente stroncate da questa amministrazione e certo esistono e resistono con attività ed iniziative ridotte al minimo storico ed in continuo calo, poiché considerate meno di zero.
Prendo atto infine che nulla si dice nel merito, non una parola sulla scuola materna degli irre, non una sull’ex circolo, nè su altro, se si passa il tempo a guardare indietro per trovare giustificazioni e non ci si spende per il futuro di Cannara siamo messi davvero male.
Per quanto mi riguarda le due competizioni elettorali a cui ho partecipato come candidato sindaco le ho vinte entrambe, se chi amministra oggi non avesse fatto questa alleanza destra PD  di certo il risultato elettorale sarebbe stato ben diverso.
Grazie per l’attenzione.
Giovanna Petrini

Botta e risposta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*