SPELLO, MOSTRA “CON ARTE”

 
Chiama o scrivi in redazione


Opere Artisti
Opere Artisti
Opere Artisti

(spellooggi.it) SPELLO – Venerdi 11 Ottobre 2013 s’inaugura, alle ore 18, presso l’Agriturismo “Benedetti” via Acquatino, 5 Spello (Pg) la mostra “ ConArte”. La mostra è un evento organizzato dall’Associazione E20 GAIA e dall’Agriturismo “Benedetti” i quali hanno coinvolto sei artisti internazionali in un workshop di pittura con la mostra finale dei lavori prodotti in loco.  “ConArte”, workshop/mostra degli artisti Cristina Manukyan (Armenia), Valentin Oman (A), Arnhild Kart (D), Graziano Marini, Pino Bonanno, Nilo Negroni, si cerca di segnare in Umbria un ulteriore importante momento d’incontro e divulgazione dell’arte. Con tale specifico evento si vuole cogliere nelle opere prodotte dai sei artisti un insieme di dati emozionali che si riallacci alla contemporaneità, alla memoria, passando trasversalmente tra lingue, culture e tradizioni.

Le loro opere si aprono per contenere la realtà vissuta integralmente (esterna e interna), assimilandone le trame, le cromie, i dettagli, perseguendo sempre una finalità di armonia espressiva, rintracciabile nella perenne ricerca di un equilibrio compositivo che dettagli i minimi sbalzi emotivi, le vibrazioni che la grande arte induce e sommuove. Linguaggi, tradizioni, culture, identità iconografiche, attraverso un lavoro di assimilazione e dissuasione che gli artisti, confrontandosi, producono si traducono e si riducono in immagini, che mai esauriscono il loro potere narrativo e seduttivo. Nel resoconto che gli artisti fanno osservando la realtà non cogliamo, però, alcuna esplicita denuncia, essi tentano, anzi, di tessere una rete di relazioni armoniche tra le loro esplicite scelte espressive, come a voler sottolineare ciò che di per sé è universale e lontano da ogni forma di provocazione e di nonsense. Essi sono consapevoli, d’altra parte, che un’operazione artistica può coinvolgere lo spettatore a prescindere dall’alto livello di espressione formale dell’opera, ciò dipenderà sempre dal grado di coinvolgimento emotivo che il fruitore è capace di esprimere. Solo comprendendo questa “facoltà” implicita nell’opera d’arte noi possiamo discernere ciò che può essere considerato “artistico” da ciò che invece è solo improvvisazione o mistificazione.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*