Il direttore Costantino D’Orazio esplora patrimonio culturale Spello

Il sindaco Moreno Landrini e i rappresentanti dell'amministrazione

Il direttore Costantino D’Orazio esplora patrimonio culturale Spello

Costantino D’Orazio, il Direttore dei Musei Nazionali di Perugia e della Direzione Regionale Musei Umbria, ha compiuto una visita illuminante ai beni culturali di Spello, concludendo la sua esperienza con parole di apprezzamento per la comunità. Accolto martedì pomeriggio presso la Villa dei Mosaici di Spello, l’evento ha suscitato un forte interesse tra i cittadini e le associazioni locali.

Il sindaco Moreno Landrini e i rappresentanti dell’amministrazione comunale hanno dato il benvenuto al Direttore D’Orazio, insieme ad altre figure di rilievo come l’architetto Alfio Barabani, l’archeologa Sabina Guiducci, il presidente della Pro Spello Fabrizio de Santis e i rappresentanti della società consortile Athena Promakos, gestore del circuito museale di Spello.

Una visita ispiratrice del Direttore Musei Nazionali di Perugia e della Direzione Regionale Musei Umbria svela il tesoro culturale di Spello

Prima di intraprendere la visita alla Villa dei Mosaici, D’Orazio ha condiviso la sua filosofia riguardante l’iniziativa, sottolineando la necessità di valorizzare l’intero sistema dei 14 musei e siti culturali dell’Umbria, affinché siano percepiti come un bene condiviso su tutto il territorio regionale.

La visita si è estesa al Palazzo Comunale, al Museo delle Infiorate, alla Pinacoteca civica e diocesana e alla Collegiata di Santa Maria Maggiore, dove sono state illustrate le bellezze della Cappella Baglioni affrescata dal Pinturicchio.

Il sindaco Landrini ha espresso gratitudine per l’entusiasmo dimostrato dalla comunità in questa iniziativa, che testimonia l’amore della città per i suoi beni culturali. Ha evidenziato l’onore di ospitare il Direttore D’Orazio, riconoscendo l’importanza di Spello come tappa iniziale nel percorso del Direttore in Umbria. Ha presentato progetti futuri per la valorizzazione dei beni culturali di Spello, compresi interventi su Porta Consolare, la Torre Civica, Palazzo Bianconi, Porta Urbica e il completamento del restauro delle mura urbane.

Il Direttore D’Orazio ha lodato Spello come un gioiello dell’Umbria, sottolineando che la Villa dei Mosaici è un luogo di straordinaria bellezza con un restauro e un museo di livello internazionale. Ha esaltato la capacità di luoghi come Spello di rimanere attraenti tutto l’anno, superando la stagionalità grazie alla loro bellezza radicata nel tessuto locale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*