J come Juventus, Don Sergio Andreoli

Sei juventino da sempre.
Puoi tranquillamente continuare ad esserlo, in futuro.
La squadra torinese non ti deluderà.
Piuttosto sei tu che mi deludi!
Non dai più un calcio al pallone.
Neppure per un rigore!
Credi che non ti si addice?
O che rischi uno strappo?
Ricorda com’era bello giocare.
Com’era gustoso segnare.
Com’era amaro perdere ed esaltante vincere.
Vinci, ora, almeno al gioco delle buone azioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*