Villa Fidelia, l’Accademia Lizard e l’Accademia degli InQuieti presentano Reali Finzioni

Le Notti dell’Utopia a Spello con Nicolò Fabi

Musica, teatro e arti visive: sono le espressioni che caratterizzano Reali finzioni, lo spettacolo in programma per domenica 9 novembre alle ore 17 nella Sala del Camino di Villa Fidelia. Nell’ambito della mostra “Melting Pot” di Massimiliano Poggioni, due giovani realtà spellane, l’Accademia Lizard e l’Accademia degli InQuieti, si incontrano per la prima volta davanti alle opere di Poggioni. Le diverse arti si incrociano, si confrontano, si contaminano e alla fine decidono di narrare un’unica storia. Musica, teatro, arti visive. Ogni espressione trova il proprio posto, ognuna con il proprio punto di vista, i propri codici, le proprie peculiarità.

Ma alla fine ogni voce si scioglie nel tutto e il racconto, da soggettivo, diventa corale. Un’armonia in cui ogni voce è indispensabile per il tutto e in cui il tutto aiuta a capire ogni voce. In un’ambientazione familiare come può essere quella di una sala con un camino, tre brevi storie partono da vicende più o meno ordinarie per dipanarsi attraverso un percorso interiore che va oltre le apparenze. Parola e musica, gesto e quiete, buio e luce, silenzio e rumore si alternano, dilatano e comprimono la dimensione spaziotemporale e guidano lo spettatore alla scoperta del volto paradossale della vita contemporanea, e forse di quella di ogni epoca.

In fondo, ci sussurra all’orecchio la maschera, la realtà supera sempre la fantasia. I corti teatrali proposti sono: Due Minuti di Daniela Ariano, Passi di Paolo Bignami e Skyzophrenija di Pietro Dattola. Allo spettacolo interverrà anche l’assessore comunale alla cultura Irene Falcinelli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*