Catiuscia Marini a Spello: il primo punto del mio programma è imprese e lavoro

SPELLO – “Il primo punto del mio programma elettorale riguarda imprese e lavoro. Un binomio inscindibile per lo sviluppo dell’Umbria. E la priorità nelle priorità è affrontare tema delle giovani generazioni, con il sostegno all’avvio delle loro attività”. Ha citato uno dei punti fondamentali della propria campagna elettorale Catiuscia Marini, nel corso dell’incontro organizzato dal Partito democratico a Spello.

Un’iniziativa in piazza Kennedy, che ha visto la partecipazione del sindaco, Moreno Landrini, del segretario locale del Pd, Antonio Luna, del responsabile comunicazioni del Pd di Spello, Michele Benedetti, e dei candidati del Pd al consiglio regionale, Giacomo Leonelli, Luca Barberini, Mario Bravi, Donatella Porzi e Rita Zampolini.

“Abbiamo previsto strumenti finanziari per aggredire la disoccupazione giovanile e dare opportunità di impiego”, ha detto la presidente della Regione Umbria, candidata ad un secondo mandato con la coalizione di centrosinistra, per poi citare i risultati: 14 mila persone coinvolte nel programma Garanzia giovani e 5 mila azioni di politica del lavoro avviate, tra formazione, tirocini, servizio civile e incentivi.

La presidente Marini ha poi parlato di un’Amministrazione regionale che è stata e sarà “al servizio dei territori”, anche di Spello dove “c’è parte del patrimonio che serve a raccontare l’Umbria”, la Regione sta investendo in opere che avranno benefici sul turismo e sui settori connessi. “La questione dell’ambiente – ha continuato la presidente Marini – nel nostro programma di governo non è trattata come slogan, ma attraverso la concretezza della politica industriale, dei trasporti e come investimento per il settore agricolo e turistico”.

“Siamo l’Umbria – ha proseguito la candidata presidente – che ai problemi sa rispondere con una proposta di governo e lo abbiamo dimostrato salvaguardando il welfare, tenendo in ordine i conti della Sanità, garantendo il diritto allo studio con la copertura del 100% di borse agli universitari, destinando 60 milioni di euro alle politiche della casa e con il fondo per la famiglia”. Catiuscia Marini, nel proprio intervento a Spello, ha poi tracciato un quadro dell’Amministrazione regionale al servizio dell’Umbria, nella gestione delle crisi aziendali, di intesa col Governo quando queste sono state rilevanti, e al fianco delle imprese, permettendo a 130 aziende di rimettersi in moto, tramite l’accesso al credito o le risorse europee, per ritrovare la competitività e tornare a dare lavoro.

Il numero di lavoratori cassintegrati ha raggiunto le 20 mila unità e la Regione ha impiegato 250 milioni euro a sostegno delle imprese per permettere processi di innovazione, per introdurre tecnologie. Addesso ci sono già realtà economiche che tornano a crescere nel fatturato e dare nuove opportunità di lavoro.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
4 × 14 =