Mensa scolastica, attento controllo della filiera produttiva

Mensa scolastica, attento controllo della filiera produttiva

Mensa scolastica, attento controllo della filiera produttiva. Uso di materie di prima qualità, certificate e controllate durante tutta la filiera, piatti realizzati con cotture salutari (forno o vapore) e con condimenti a crudo, massima attenzione nei confronti di regimi alimentari particolari, aumento di gradimento del servizio da parte degli utenti anche nei confronti di preparazioni meno appetibili come minestre, pesce e verdure. Sono i principali punti che contrassegnano il servizio mensa del Comune di Spello erogato dalla “Serenissima Ristorazione” ed evidenziati in una relazione in cui sono stati analizzati vari aspetti delle prestazioni erogate negli ultimi tre anni.

Come si legge nel documento il servizio, gestito con personale qualificato locale e diretto da una dietista, parte da un attento monitoraggio della filiera produttiva: le derrate sono tracciate durante tutto il processo e viene eseguito un monitoraggio costante sulla presenza di infestanti anche facendo ricorso ad analisi chimiche e microbiologiche su campioni di materie prime e piatti pronti, per la verifica da parte terza di un laboratorio qualificato ed accreditato.

LEGGI ANCHE: Servizio refezione scolastica, a breve sarà ufficializzata la Commissione

In linea con i princìpi della dieta mediterranea e della sana alimentazione vengono privilegiate cotture salutari (vapore o forno), con condimenti a crudo quanto più possibile. Le verdure vengono tagliate a mano, tutte con le stesse dimensioni, per uniformarne la cottura e rendere il piatto più gradevole all’aspetto e, quindi, più appetibile per i bambini.

Tutto ciò ha permesso di registrare un trend costante di gradimento del servizio, con miglioramento rispetto a quelle che storicamente rappresentano le preparazioni meno appetibili (minestre, pesce e verdure). Sempre alta l’attenzione per i regimi alimentari particolari (allergie, intolleranze, celiachia) per i quali sono garantite la massima sicurezza attraverso un operatore a ciò dedicato, debitamente formato, che si avvale di un’apposita area della cucina centralizzata, con una dotazione strumentale dedicata alla gestione di ogni patologia.

Sono inoltre garantiti anche pasti variati per motivi etico-religiosi, assicurando l’assenza di contaminazione tra alimenti. Anche nei refettori i bambini ricevono una costante assistenza con il taglio delle pietanze, il versamento dell’acqua, la sbucciatura della frutta. Particolare cura viene posta ai progetti didattici legati all’alimentazione, in collaborazione con il personale docente anche nei progetti ispirati al “metodo Montessori”, oltre alla realizzazione periodica di programmi di educazione alimentare, puntualmente concertati con gli assessorati e le direzioni didattiche, consistenti in laboratori ludico-educativi dedicati ai bambini.

Tutte le informazioni sono disponibili in un portale web dedicato, accessibile ad ogni genitore mediante username e password da cui si può anche verificare lo stato e regolarizzate i pagamenti con carta di credito; le stesse notizie sono inoltre disponibili allo “Sportello mensa” istituito presso la sede comunale per fornire un filo diretto tra Impresa, genitori e Comune.

Un investimento di oltre 15mila euro a carico dell’Impresa ha permesso di adeguare i locali cucina e refettorio e di introdurre stoviglie lavabili (piatti e bicchieri in coccio/melammina) e posate in acciaio, che ha ridotto notevolmente i rifiuti indifferenziati prodotti di circa 10 quintali annui. Infine, le eccedenze alimentari e prodotti integri non impiegati vengono donati alla Croce Rossa Italiana di Spello a fini di solidarietà sociale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*