Doralinda e le muse ovine, sabato al Teatro Subasio di Spello

Doralinda e le muse ovine, sabato al Teatro Subasio di Spello
Ambientata nella montagna di un Abruzzo mitico ed incontaminato, porta i segni dell’universalità e della contemporaneità

Magico appuntamento con la narrazione, sabato 19 dicembre alle ore 21.15 al Teatro Subasio di Spello per la stagione curata da Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale.

Doralinda e le muse ovine del Florian Teatro è una favola magica dedicata alla bellezza creata col sapere delle mani: l’arte della tessitura.

Ambientata nella montagna di un Abruzzo mitico ed incontaminato, porta i segni dell’universalità e della contemporaneità. Parla allo spettatore con un linguaggio poetico di un viaggio avventuroso nella tradizione.

La narrazione si raccoglie attorno alle scenografie e agli oggetti di scena, accuratamente scelti e fortemente significanti: un piatto di ferro e lana, le matasse dai colori naturali, le stoffe ben piegate, un arcolaio gigante.

Macchina scenica semplice ma sofisticata, magica e paurosa allo stesso tempo, è la piattaforma da cui prende corpo la narrazione; assieme ai travestimenti, ai gomitoli che si fanno e si disfano, agli intrecci che costruiscono la storia.

Per informazioni e prenotazioni:
Fontemaggiore tel. 075 5286651 – 075 5289555
Teatro Subasio (il giorno dello spettacolo dalle ore 18) tel 0742 301689
www.fontemaggiore.it

SPELLO, TEATRO SUBASIO
SABATO 19 DICEMBRE 2015 ORE 21.15
FLORIAN METATEATRO
Doralinda e le muse ovine

da un racconto di Dario Oggiano
con Flavia Valoppi
drammaturgia e regia Isabella Micati, Alessio Tessitore, Flavia Valoppi
oggetti di scena Officina delle Invenzioni-Arago Design,
costumi associazione La Ginestra
scenografie La Galina Caminante
supervisione artistica Giulia Basel
una produzione Florian Metateatro
in collaborazione con Progetto Musa e La Galina Caminante

Doralinda

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
28 − 6 =