Spello, niente differenziata a Collepino? E io non pago Tassa rifiuti

Gli abitanti di Collepino tornano a sollecitare il Sindaco di Spello, Moreno Landrini

Spello, niente differenziata a Collepino? E io non pago Tassa rifiuti

Alla vigilia del 25 giugno, la notte romantica dei borghi che interesserà Collepino e San Giovanni, castelli medioevali del Subasio, gli abitanti di Collepino tornano a sollecitare il Sindaco di Spello, Moreno Landrini, ad attivare al più presto la raccolta differenziata nella frazione del Subasio. Il messaggio è: non c’è nulla di “romantico” nell’assenza della differenziata!

La richiesta era stata presentata con centinaia di firme 10 mesi fa, ma mentre nel centro storico di Spello è stato attivato il porta a porta, gli abitanti di Collepino e le due attività commerciali (bar e ristorante) dovrebbero caricare i rifiuti in auto e percorrere cinque chilometri per poterli gettare nella differenziata. “La legge obbliga il sindaco ad attivare la raccolta differenziata: d’estate, quando aumenta considerevolmente la produzione di rifiuti, è veramente necessaria” spiega Gabriele Salari, tra i promotori della petizione. “Ci dispiace che un paese così bello, che attira tanti turisti stranieri, li sorprenda negativamente per questa assurda gestione dei rifiuti. Se il sindaco continua a fare orecchie da mercante, pensiamo a un’istanza collettiva per chiedere la riduzione della tassa sui rifiuti. Paghiamo per un servizio che non c’è, mentre con la differenziata sarebbe possibile eliminare anche l’80-90% dei rifiuti, con notevoli risparmi per cittadini ed amministrazione comunale!”.

Un anno fa, per sottolineare la gravità dell’assedio dei rifiuti a Collepino, venne realizzata una simbolica installazione alla porta del paese con cartoni e bottiglie. Ora, visto che il problema persiste, non sono escluse iniziative ancora più colorate ed eclatanti.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
9 + 23 =