Trofeo delle Infiorate Spello, torna il concorso Nazionale di arte fotografica

Le iniziative sono promosse dal Circolo Foto Hispellum. Da quest’anno al via anche due nuovi concorsi

Trofeo delle Infiorate Spello, torna il concorso Nazionale di arte fotografica

Trofeo delle Infiorate Spello, torna il concorso Nazionale di arte fotografica

Immagini che raccontano l’impegno, la creatività, le emozioni, la passione e i sentimenti che accompagnano gli infioratori spellani nella notte più importante dell’anno: la magica Notte dei fiori che trasformano le vie della città in splendidi tappeti policromi e profumati per omaggiare la processione del Corpus Domini. Torna anche quest’anno l’atteso appuntamento con il Trofeo delle Infiorate Spello, il Concorso Nazionale di arte fotografica promosso dal Circolo Foto Hispellum in occasione de Le Infiorate del Corpus Domini in programma il prossimo 17 e 18 giugno, presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella Sala degli Zuccari del Palazzo Comunale. Presenti il sindaco Moreno Landrini, il presidente del Circolo Ennio Angelucci, Antonio Luna, presidente Associazione I Borghi più Belli d’Italia in Umbria e Maurizio del Savio, direttore generale BCC Spello e Bettona. L’iniziativa, che ogni anno vede la partecipazione di appassionati fotografi professionisti e non provenienti da ogni parte d’Italia, accompagna da ben 28 anni la manifestazione principe della città, raccogliendo e custodendo nel suo prezioso archivio, immagini che documentano e testimoniano una tradizione attestata dal 1602 e che ogni anno richiama oltre 100mila visitatori per ammirare da vicino circa 1500mq di quadri e tappeti floreali.

Il Circolo con sede a Porta Montanara e presieduto da Ennio Angelucci, nella sua veste di Associazione culturale vanta infatti oltre 40 anni di attività: dalla sua fondazione avvenuta nel 1976 e con i suoi3.000 iscritti che si sono susseguiti nel corso degli anni, ha immortalato con il suo obiettivo fotografico tutti i principali avvenimenti della vita cittadina custoditi in un archivio che vanta oltre 30mila foto. Archivio, che è sempre aperto a collaborazioni e sinergie con testate giornalistiche, case editrici, reti televisive e anche di studenti universitari che senza questi “scatti preziosi” non avrebbero potuto elaborare le loro tesi di laurea.

E della ricca collezione, le immagini dedicate alle Infiorate rappresentano sicuramente il nucleo più consistente, arricchitosi nel corso delle varie edizioni, con il concorso che quest’anno sarà affiancato anche dalla prima edizione di una “competizione” sul tema floreale e dedicato alle Città delle Infiorate e da un Premio riservato alle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria avente come tema il sisma che ha colpito queste terre. Dal punto di vista tecnico, secondo il regolamento, che può essere integralmente consultato sul sito delle Infiorate (www.infioratespello.it), gli elaborati devono essere presentati entro il 15 luglio e i nomi dei vincitori saranno svelati il 29 luglio, mentre la premiazione avverrà durante uno evento speciale appositamente dedicato nell’ambito della programmazione di “Incontri per le Strade”.

L’iniziativa, che ha ottenuto anche il prezioso patrocinio della Camera dei Deputati, è promossa con il patrocinio del Comune di Spello, Regione Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio, Provincia di Perugia, Associazione Le Infiorate di Spello, Associazione nazionale Città dell’Infiorata, Associazione I Borghi più Belli d’Italia e con il contributo della BCC di Spello e Bettona.

Le Infiorate del Corpus Domini sono ormai al centro dell’interesse nazionale e internazionale perché sono una manifestazione unica messaggera di una forte identità strettamente legata alla devozione religiosa  – afferma il sindaco Landrini -; e la marcia in più è data dal fatto che le opere  realizzate nel corso della notte da ben 2000 infioratori suddivisi in circa 70 gruppi, esprimono insieme i valori della bellezza, dell’arte e della socialità di un intero territorio che è quello umbro. Un ringraziamento al Circolo Foto Hispellum e al suo presidente Angelucci per l’impegno e  la costante presenza”.

“In questi 40 anni il Circolo ha documentato la vita cittadina e ha sostenuto numerose iniziative in collaborazione con il Comune, associazioni e cittadini per promuovere e valorizzare la Splendidissima Colonia Julia anche al di fuori del nostro territorio – commenta il presidente Angelucci -; il Trofeo delle Infiorate che quest’anno giunge alla ventottesima edizione, oltre a rappresentare la testimonianza la valenza artistica di complesso e difficile lavoro che richiede settimane e addirittura mesi ogni anno, permette di trasportare questa passione in tutto il mondo grazie agli scatti dei fotografi che immortalano le splendide composizioni floreali”.

“La collaborazione tra i Borghi più Belli d’Italia e il Circolo è ormai consolidata e numerose sono le iniziative che ci vedono insieme per promuovere le bellezze dei nostri borghi umbri – spiega Luna -; in un secolo in cui le immagini hanno un fortissimo impatto comunicativo, il valore del concorso, giunto ad un traguardo così importante, rappresenta un valore aggiunto che mi impegnerò a proporre a livello nazionale all’interno dei Borghi per un’iniziativa appositamente dedicata nell’ambito di social media”.

“La BCC è una banca particolare perché prima di tutto è una cooperativa – ha continuato Del Savio – e in questa ottica noi non ci consideriamo sponsor, ma ci sentiamo di restituire al territorio quello che è del territorio. La vera ricchezza è rappresentata dalle persone che cerchiamo di far conoscere tra loro attraverso la promozione di questi eventi”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*