Cannara, l’ex sindaco in piazza “Ho ricevuto minacce anonime”

"Sono orgoglioso di aver avuto l'onore di rappresentare Cannara e vi ringrazio"

Cannara, l’ex sindaco in piazza “Ho ricevuto minacce anonime”

CANNARA – Parole durissime pronunciate dall’ex sindaco di Cannara, Fabrizio Gareggia. Lo ha fatto nella serata del Primo Giugno in una piazza Baldaccini particolarmente gremita dopo lo scioglimento del consiglio comunale di Cannara.

Fabrizio Gareggia a testa alta ha raccontato ai cittadini cosa è successo e cosa ha scatenato il commissariamento del comune. “Hanno attaccato me e la mia famiglia – queste le sue parole – perché non mi sono arreso, perché evidentemente in questo sistema l’onestà non è tollerata.

Quando ne avrete l’occasione difendete me, come io ho difeso voi. Qualcuno voleva impedirmi di essere in piazza stasera, mi hanno inviato minacce anonime e avvertimenti più o meno velati, ma io non intendo arrendermi. I cittadini hanno diritto di conoscere la verità”. Ha raccontato tutte le difficoltà avute durante i tre anni di legislatura e l’impegno profuso per dare risposte concrete ai cittadini.

“Tra tutti i problemi il maggiore è stato quello di dover lottare per arginare chi non solo non ha fatto niente, ma si è impegnato solo per se stesso. Gli interessi di un gruppo non possono prevalere sugli interessi di una comunità”.

E infine ha concluso dicendo: “Sono orgoglioso di aver avuto l’onore di rappresentare Cannara e vi ringrazio”.

Non sono mancati i ringraziamenti e gli appoggi all’ex sindaco. Tra questi è intervenuto anche l’assessore Pastorelli: “Ringrazio Fabrizio Gareggia per la sua integrità ed il suo impegno a servizio delle Istituzioni e voglio ribadirgli la mia vicinanza in un momento in cui, per difendere i cittadini, ha subito minacce e pressioni fortissime. Allo stesso modo esprimo gratitudine al gruppo Cannaresi Liberi ed ai consiglieri Luna Stoppini, Mauro Brilli e Simone Agostinelli che hanno condiviso con me l’impegno e il peso del lavoro di questi tre anni, reso ancor più gravoso dalla latitanza dei consiglieri del PD”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*