Festival cinema Spello e Borghi Umbri, concorso su cortometraggi

l’edizione 2018 del Festival del Cinema di Spello sarà anche fotografia

Festival cinema Spello e Borghi Umbri, concorso su cortometraggi

Festival cinema Spello e Borghi Umbri, concorso su cortometraggi

SPELLO – Dopo “Raffaello in Umbria”, il “Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri – Rassegna Concorso Le Professioni del Cinema” annuncia il secondo concorso dedicato agli studenti, che vedrà i ragazzi chiamati a confrontarsi con la realizzazione di un cortometraggio. Il tema scelto per questo secondo progetto, in vista della settima edizione della manifestazione dedicata agli artigiani del dietro le quinte, è “Libertà e diversità”. L’obiettivo è chiaro, spingere le nuove generazioni a riflettere e confrontarsi con una questione quanto mai attuale e soprattutto dalle mille sfaccettature.

La diversità, infatti, può interessare varie sfere della vita di ciascun individuo: da quella sessuale a quella religiosa passando per quella culturale e fino ad arrivare a quella fisica e mentale. In tutti i casi, però, c’è un elemento imprescindibile, ossia la libertà di vivere pienamente la propria diversità. Ed è proprio su questo punto che l’Associazione Culturale di Promozione Sociale “Aurora”, presieduta da Donatella Cocchini, sta lavorando con forza.

E lo sta facendo chiamando in causa, in primis, i giovanissimi, coloro che saranno i cittadini di domani. Il concorso “Libertà e diversità” è infatti dedicato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia, che vorranno mettersi alla prova, ma soprattutto dietro la macchina da presa per realizzare un cortometraggio (Regolamento e modulo d’iscrizione sul sito www.festivalcinemaspello.com).

Parallelamente, per il secondo anno consecutivo, l’associazione “Aurora” riparte dalla “diversità” e ne fa un ulteriore mezzo di arricchimento e crescita del Festival del Cinema. Dopo aver coinvolto i profughi ospiti della Caritas di Assisi, a partire da quest’anno le professioni del cinema entreranno anche nelle strutture della Caritas di Foligno e nei centri socio riabilitativi “La Serra” di Borroni e “L’Arcobaleno” di Spello.

La formula sarà sempre la stessa, e cioè dare agli ospiti delle singole strutture tutti gli strumenti necessari per essere registi, sceneggiatori o costumisti, insomma per essere loro stessi l’anima di una pellicola. Attraverso incontri con gli addetti ai lavori e laboratori si metteranno in gioco e realizzeranno dei cortometraggi su temi liberi che verranno poi sottoposti alla valutazione di una giuria che ne decreterà i vincitori.

Ma l’edizione 2018 del Festival del Cinema di Spello sarà anche fotografia. In concomitanza con la settima edizione della manifestazione, prenderà il via, infatti, il concorso nazionale “Fotografia nel backstage del Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri”. Durante i dieci giorni della kermesse, quindi, chi vorrà potrà immortalare i momenti più salienti e suggestivi e partecipare al nuovo concorso. E mentre vanno avanti i preparativi per l’edizione 2018, in programma dal 24 febbraio al 4 marzo, il Festival del Cinema di Spello continua a mostrare le proprie bellezze. In occasione della quinta edizione de “I giorni delle rose”, che ha riscosso un grandissimo successo di pubblico, l’Associazione “Aurora” ha allestito la mostra video-fotografica “Fiori e Giardini nel Cinema” a cura della Cineteca Nazionale Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*